Immortalità
In questa esistenza
tutto si è già consumato,
tutto è stato spremuto
fino all’ultima goccia.
Non rimane niente?
Brucio
nel desiderio di un’altra vita,
ti porgo il mio collo,
ti offro il mio sangue,
donami l’immortalità
così da vivere
infinite giovinezze
e concedermi il lusso
di sprecare il tempo
senza rimpianti.
Non mi resta
che ingoiare nebbia
e affondare i denti
in questa carne
provocarmi dolore
e ignorare un altro dolore.
Salto da un’epoca
all’altra
senza pace,
senza tregua,
all’improvviso
mi fermo,
noto
il paesaggio, le montagne,
tutto è bianco, soffice, pulito,
allora esco,
esco a nuotare nella neve,
a nuotare nel sollievo.poesia di Kartika Blue

picoodle.com
Annunci