Era così bello trovarsi lì. Così giusto. Non si era mai resa conto di quanto le cose fossero andate avanti in modo sbagliato fra loro fino a quel momento, in cui tutto si era chiarito. Era questo che lei si ricordava, la sensazione provata quella prima, splendida sera in cui Stefan l’aveva tenuta fra le braccia. Tutta la dolcezza e la tenerezza del mondo si raccolsero in mezzo a loro. Elena si sentì a casa, era quello il suo posto. E lo sarebbe stato per sempre. Tutto il resto fu dimenticato
come i primi giorni, Elena sentì che poteva quasi leggere i pensieri di Stefan. C’era un legame fra loro, erano uno parte dell’altra. I loro cuori battevano all’unisono. Mancava solo una cosa perché tutto fosse perfetto. Elena lo sapeva e tirò indietro i capelli, scostandoli dal lato del collo. 

E questa volta Stefan non protestò né la respinse. Invece di un rifiuto, le comunicò un senso di profonda accettazione… e di profondo bisogno. Sentimenti di amore, di piacere, di comprensione la travolsero, e con gioia incredula si rese conto che erano gli stessi di Stefan. Per un attimo, si riconobbe nei suoi occhi, e percepì quanto lui la amasse. […] quando Elena sentì cedere le ginocchia, Stefan la fece sedere sul letto. E poi si tennero stretti, ignari del temo che passava e di tutto il resto. Sentì che esistevano solo lei e Stefan. “Ti amo” le disse con dolcezza. […] la amava. L’aveva sempre saputo, ma lui non l’aveva mai detto prima di allora.

dal libro “La lotta. Il diario del vampiro” di Smith Lisa J.

– Beth: la sera in cui ci siamo incontrati o incontrati di nuovo… che cosa indossavo?
– Mick: dei jeans, una camicetta e una giacca beige.
– Beth: e che scarpe avevo?
– Mick: eri a piedi nudi.
– Beth: come fai a ricordarlo?
– Mick: perché io ti amo.


MOONLIGHT PRIMA STAGIONE

A SARAH…….

Sono un vampiro da più di 400 anni,e mi piace questa seconda vita che mi permette di essere un uomo potente,ricco,seducente dotato di una forza innata e di un intelligenza oltre l’immaginabile…Posso essere uno spietato assasino senza lasciare traccia,giustiziere di malfattori,al servizio della legge,o semplicemente per il mio gusto personale di risolvere gli affari…e allo stesso tempo un amante premuroso,dolce esigente,adulatore di donne.

Amo le donne,il loro profumo,il lento ondeggiare delle vesti quando camminano ,le loro risate sottili…le amo tutte pur non amandole affatto,e loro si donano a me desiderose di compiacermi,senza condizioni,arrendevoli e amabili al tempo stesso,con la speranza che io le scelga,facendomi sentire il padrone del mondo.

Da quando sono un vampiro tutto è più chiaro,i miei sensi più acuti,la vista,l’udito….ma il cuore,quello avrei detto che sarebbe rimasto “freddo” senza vita,privo di quel battito che contraddistingue gli esseri umani da noi vampiri…ma non avevo fatto i conti con l’amore,quello vero!

L’Amore ti trafigge,come i canini affamati nella carne,succhiandoti l’anima,inebriandoti i sensi,facendoti perdere il tuo autocontrollo e il contatto con la realtà…l’amore è una qualità di droga,la più pregiata che può anninetare un uomo o renderlo onnipotente…

La mia droga si chiama Sarah.Sarah Whitley,l’essere mortale perfetto per eccellenza,dolce e sensuale,decisa e ferma, l’unica che ha soggiogato il mio pensiero solo guardandomi negli occhi,l’unica che ha abbattuto le mie difese solo ,con il suo sorriso,l’unica che ha trafitto il mio cuore di vampiro,non con un paletto,ma donandomi il suo amore.

Incontrare lei è stato dirompente come un uragano sull’oceano,come se la Luna e il Sole,costretti a vedersi pochi secondi,riescano ad unirsi in un’eclissi perfetta diventando una cosa sola…è stato magico come può esserlo un arcobaleno alla fine del temporale.

Sarah è il mio cuore umano…quando la vedo sento i battiti,sento calore,sento anche il sangue scorrere come non mi capitava da secoli..lei è la mia anima bianca nell’inferno nero dell’esistenza in cui sono stato relegato dal destino,è la parte razionale che chiude il vampiro in cassetto buio dell’anima e apre le porte all’uomo,Josef, che si è addormentato secoli fà.

Amare Sarah è come tornare alla vita dopo un lungo coma,io sono un vampiro condannato all’eternità,destinato a vedere morire le persone che amo,a soffocare i sentimenti a costruirmi una corazza che mi permetta di superare il dolore,lei ha riscritto le mie regole,si è donata anima e corpo dandomi la speranza di una vita oltre la morte…

Ma in fondo non è questo che fà un grande amore??

Grazie Sarah….