l film è ambientato a metà ottocento, nella Londra contemporanea e a New Orleans (US), e si fa notare per la rivisitazione del personaggio Dracula. Invece del suo più famoso riscontro storico ritrovato dalla tradizione nel conte Vlad di Valacchia questa volta sarà Giuda Iscariota ad essere il noto vampiro, molto toccante la “dichiarazione” di Vlad relativa al fatto che Dio avesse avuto “bisogno” di lui, per salvare il genere umano, e che sapeva cosa sarebbe accaduto, alludendo al famoso bacio del tradimento; dal protagonista sembra trapelare un sentimento a metà tra una tristezza infinita per il suo crudele destino, solitario, e la rabbia per essere stato il prescelto per portare quel pesante fardello: essere stato il traditore del figlio di Dio.

Ora ti dirò cosa ho fatto per te
50000 lacrime ho versato
urlando, ingannando e sanguinando per te
tuttavia tu non mi ascolterai
non voglio la tua mano questa volta, mi salverò da sola
forse mi sveglierò per un’altra volta
non tormentata giornalmente sconfitta da te
solo che quando ho pensato che ho raggiunto il fondo
io sto morendo ancora
sto andando giù
annegando in te
sto cadendo per sempre
ho bisogno di fermare tutto
sto andando giù
oscurando e mescolando la verità e le bugie
così non so cosa è vero e cosa no
confondendo sempre i miei pensieri
così non posso avere fiducia ancora in me stessa
io sto morendo ancora
sto andando giù
annegando in te
sto cadendo per sempre
ho bisogno di fermare tutto
allora vai avanti e urla
urlami sono tanto distante
non sarò distrutta un’altra volta
ho bisogno di respirare, non posso andare giù

TESTO “GOING UNDER “
EVANESCENCE

picoodle.com