Quando mai
tornerà lo stesso anno
e il mese magico
a fermare
i tuoi occhi
sulle mie parole..
Quando mai
invoglierai,
improvviso presente,
di freschi palpiti,
di sorrisi,
in minuti eterni
… allora.
Quando mai
riderò incredibilmente
intenerita e stupita
del tuo orgoglioso descrivere
te stesso..
Nutrivi l’anima
al tuo estasiare
di giochi di frasi…
Erano quelle
che leggo e ripeto
nei miei pensieri
che bruciano
ancora le mie labbra
di quella felicità
rovente come il sole
mentre ad occhi chiusi
immagino,
disperatamente,
di baciarti.

anonimo.

picoodle.com