Non ricordava esattamente come fosse successo, come aveva lasciato che succedesse.La causa era stata quell’esplosione di Potere, che aveva svegliato in lui cose che era meglio restassero addormentate. Il bisogno di cacciare. La brama della caccia, dell’odore della paura e il trionfo selvaggio dell’uccisione.Erano anni, secoli, che non sentiva quel bisogno con tanta forza. Le vene avevano cominciato a bruciare come fuoco. E tutti i suoi pensieri erano diventati rossi: non riusciva a pensarea nient’altro a parte il gusto caldo e metallico, la forza primordiale del sangue.
Con quell’eccitazione ancora ddosso, aveva fatto uno o due passi dietro le ragazze. Era meglio non pensare a cosa sarebbe potuto succedere so non avesse fiutato l’odore del vecchio. Ma quando raggiunse la fine del ponte aveva le narici dilatate per l’odore pungente, caratteristico di carne umana.
Sangue umano. L’elisir supremo, il vino proibito.Più inebriante di qualsiasi bevanda, l’essenza fumante della vita stessa. E lui era così stanco di combattere quel bisogno.
IL DIARIO DEL VAMPIRO
Il Risveglio
Lisa Jane Smith