Tratto dal Prologo “Il diario del vampiro La genesi” di Lisa Jane Smith

La chiamano l’ora delle streghe: nel cuore della notte, quando tutti dormono e le creature notturne possono sentirti respirare, annusare il tuo sangue, osservare i tuoi sogni nudi davanti a loro.E’ l’ora in cui dominiamo il mondo e possiamo cacciare, uccidere, proteggere.

E’ l’ora in cui il desiderio di nutrirmi è più forte. Ma devo resistere. Perché se resisto, se caccio solo quegli animali il cui sangue non si accende mai per la passione, il cui cuore non batte mai all’impazzata per la felicità e nutre solo desideri semplici, senza sogni, allora posso controllare il mio destino. Posso oppormi al lato oscuro. Posso controllare il mio Potere.

Per questo motivo, nelle notti in cui attorno a me sento solo l’odore del sangue e so che in un battere di ciglia potrei connettermi a quel Potere che tanto a lungo ho combattuto e continuerò a combattere per l’eternità, ho bisogno di scrivere. Quando scrivo la mia storia e vedo le varie scene e gli anni che si collegano l’un l’altro come gli anelli di una catena infinita, riesco a restare in contatto con l’umano che ero una volta, quando il sangue che udivo scorrere nelle orecchie e pulsare nel cuore era solo il mio…

p.s. E un libro che ha appena finito di leggere ve lo consiglio vivamente